New York Cheesecake

New York Cheesecake

Käsekuchen, klassische deutsche Form aus Quark...
Image via Wikipedia

New York Cheesecake

Fondo
·  Biscotti Digestive 250 gr
·  Burro 150 gr
·  Zucchero i canna 2 cucchiai
Crema
·  Amido di mais 20 gr
·  Limoni il succo di 1/2
·  Panna fresca 100 ml
·  Philadelphia 600 gr
·  Uova 2 intere e 1 tuorlo
·  Vanillina 1 bustina
·  Zucchero bianco di canna 100 gr
Copertura
·  Panna acida o Sour cream o Crème fraiche 200 ml
·  Vanillina 1 bustina
·  Zucchero a velo 1 cucchiaio
   Gli ingredienti sono per un tortiera di 22-24 cm di quelle apribili, io avendone una da 26 cm ho semplicemente utilizzato 400 gr. di biscotti, 240 gr. di burro e quasi 3 cucchiai di zucchero di canna, il resto invariato.
PER IL FONDO
Mettete i biscotti digestive nel mixer, aggiungendo lo zucchero di canna, quindi sminuzzateli finemente.
Ponete il burro a sciogliere in un pentolino; nel frattempo mettete i biscotti sminuzzati in una ciotola e aggiungete a poco a poco il burro sciolto, amalgamando per bene il tutto.
Imburrate una tortiera, meglio se a cerchio apribile; ritagliate un disco di carta forno dello stesso diametro del fondo della tortiera e due strisce della stessa altezza dei bordi, quindi foderate la tortiera stessa.
Versate il composto di biscotti sul fondo livellandolo bene (io ho usato le mani e poi un cucchiaio) e ricoprendo anche i lati della tortiera. Mettete la teglia nel frigo per un’ora (o per fare prima nel freezer per mezz’ora).
PER LA CREMA
Preriscaldate il forno a 180 gradi. Mettete in una scodella piuttosto ampia le uova, la vanillina e lo zucchero e sbattete il composto affinchè diventi omogeneo. Aggiungete poi il formaggio, amalgamandolo bene fino a che diventi ben cremoso e privo di grumi.
Aggiungete al composto, sempre mescolando,  il succo di limone, la maizena setacciata, due bei pizzichi di sale ed in ultimo senza però montarla, la panna, continuando ad amalgamare tutto insieme.
Versate la crema ottenuta nella tortiera che avrete tolto dal frigorifero (o dal freezer), livellatela e infornate a 180° per 30 minuti, poi abbassate la temperatura a 160° per altri 30-40 minuti. Se dopo i primi 30 minuti vi accorgete che la superficie del cheesecake comincia a scurirsi, troppo potete metterci sopra un foglio di carta stagnola. A cottura avvenuta, spegnete il forno, e lasciate riposare il cheesecake per 30 minuti nel forno spento e con la porta leggermente aperta.
PER LA COPERTURA
   Quando il cheesecake sarà ben freddo, mischiate la panna acida con i due cucchiai di zucchero e la bustina di vanillina; versate il composto sul cheesecake e spalmatelo sulla superficie della torta. (Per quanto riguarda la panna acida, io
   non amo comprare le cose già fatte e poi non l’ho mai trovata in commercio, quindi l’ho semplicemente preparata con yogurt greco Fage (che è bello sodo) 170 gr, ¼ di panna e il succo di un limone!

   A questo punto potete optare per due scelte:
– mettere  il cheesecake in forno a 180-190° per 5 minuti in modo da glassare la panna, dopodichè, una volta freddo, riporlo&nbs p;nel frigorifero, per almeno 6 ore
–  riporre il dolce direttamente in frigorifero. (e io, non avendo molto tempo a disposizione, ho fatto così!)
   La soluzione ottimale, sarebbe quella di preparare il cheesecake la sera prima del consumo e lasciarlo nel frigorifero tutta la notte.
   Ci vorrebbe a questo punto qualcosa da metterci sopra, perché da solo secondo me sa un po’ troppo di formaggio…
   Il cioccolato non mi ispirava e fragole o frutti di bosco in questa stagione…, così ho comprato una marmellata di lamponi, l’ho fatta intiepidire con un goccio d’acqua e ho fatto un po’ di ghirigori sulle fette singole, veramente a me piace
   anche pucciare letteralmente la fetta nella marmellata! Gli americani (che sono molto strani) la tagliano con il filo interdentale, ma io ho usato il vecchio e caro coltello!
   E’ decisamente un po’ lunghetta tra tutto da fare, però se vi piace merita!
Enhanced by Zemanta

0 comments on “New York CheesecakeAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *